gen
5
2013

La Pesca Con La Lenza “Morta”

[ois skin="Untitled Skin"]

Proponi Il Tuo Articolo e Lo Scriveremo !!!

pesca a lenza morta

La pesca con la lenza morta è una tecnica ispirata al bolentino dalla barca, ma riadattata per pescare dalla riva. Generalmente la lenza morta viene utilizzata per la pesca nei porti e dagli scogli.

Esistono 2 tipi di utilizzi della tecnica della lenza morta, nella prima si utilizza la canna e nella seconda a mano solo con la lenza, però tutte e due hanno in comune che le tocche del pesce le senti direttamente ma non le vedi.

Con la canna si pesca generalmente dalla riva e si prendono saraghi, occhiate,ghiozzi, scorfani,occhiate, ziguelle e sciarrani. Con la seconda generalmente nei porti e si prendono cefali, sparli e sciarrani.

La prima tecncia ovvero quella che utilizza la canna, è poco utilizzate, ma in caso di persone che hanno appena iniziato a pescare , può essere un buon modo per iniziare.

PESCA CON LA LENZA MORTA ( ATTREZZATURA )

pesca al tocco_ lenza morta

La canna per la pesca con lenza morta, sarà una canna fissa, di qualsiasi lunghezza possibilmente in carbonio perchè più leggera e maneggevole.

lenza morta_ attrezzatura

Riguardo l’ attrezzatura per la montatura, ci serve semplicemente una lenza dello 0.25  , una girella e un amo. Per la pesca a mano la girella non serve ma utilizzeremo solo l’ amo.

L’ amo varia in base al pesce che tentiamo di prendere; per la pesca in porto utilizzeremo un 10 a gambo corto, per la pesca da riva un 12 a gambo lungo.

PESCA A LENZA MORTA ( MONTATURA )

pesca con lenza morta_ montatura

La montatura della lenza morta è semplicissima , per questo la consiglio a chi inizia a pescare, per la canna fissa serve una lenza madre lunga 20 cm in più della canna con in fondo legato un amo e sopra in coincidenza con la paletta, un piombino spaccato.

Invece per la pesca a mano, utilizzeremo solo una lenza di svariati metri (quanti si preferisce) , legati intorno ad un pezzo di sughero o direttamente con la bobina, con infine un amo.

I piombi non li utilizziamo, perchè sarà l’ esca costituita di pastone a permetterci di lanciare quanto basta per pescare, poi l’ esca affonderà naturalmente non destando sospetti nei pesci.

PESCA CON LENZA MORTA ( AZIONE DI PESCA )

PESCA CON LENZA MORTA_ CEFALO

L’ azione di pesca con lenza morta consiste nel pasturare il luogo di pesca prima di iniziare la pesca vera e propria , come pastura intendo quella specifica per cefali in porto( reperibile in qualsiasi negozio )

mentre per la pesca dagli scogli utilizzeremo bigattini come pastura . Dopodichè si procede con l’ innesco dell’ esca, pastone nel caso dei cefali, koreano o bigattini nel caso degli scogli.

Una volta innescato si tira l’ esca in acqua e si attende che il pesce abbocchi, con la canna avvertiremo la tocca del pesce tramite uno scossone della lenza che si trasmette sulla canna;

Invece pescando a mano vedremo o direttamente il pesce che mangia l’ esca oppure la lenza che da blanda si tende di colpo e allora da li in tutti e 2 i casi dobbiamo tirare uno strattone per allamare il pesce.

Da qui in poi inizia il combattimento , se i pesci sono grandi bisogna cercare di assecondare i loro movimenti , muovendo a nostra volta la canna , cercando al momento propizio di fargli uscire la testa dall’ acqua impedendogli ulteriori fughe e catturandolo con l’ ausilio del guadino.

Spero di esservi stato utile con La Pesca Con La Lenza “Morta” , un saluto da Stefan Fish

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

About the Author:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

I tag HTML non sono ammessi